Vendere su Amazon Accedi
Questa pagina riguarda la vendita in: Italia

Giappone: tassazione e norme applicabili

Nota: le informazioni contenute in questa pagina non costituiscono consulenza di natura fiscale, legale o di altro tipo e non devono pertanto essere utilizzate come tali. In caso di dubbi o domande, ti consigliamo di rivolgerti al tuo consulente professionale.
Questa sezione riguarda le tariffe e le aliquote dei dazi, i beni vietati e gli obblighi a cui sono sottoposti i venditori non residenti che desiderano vendere prodotti in Giappone.

Sistema tariffario e aliquote del dazio

Il venditore ha la responsabilità di rispettare tutte le norme e i regolamenti giapponesi in materia doganale, incluse le prescrizioni applicabili in materia di dazi e imposte. Tutti i prodotti importati in Giappone sono soggetti all'imposta di consumo sulle importazioni. Alcuni prodotti sono soggetti a dazi doganali. Il programma di classificazione armonizzato previsto dalla legge sulla tariffa doganale stabilisce sia i criteri di classificazione sia le corrispondenti aliquote dei dazi doganali per determinati tipi di prodotti. L'ammontare dell'imposta sui consumi applicata ai beni importati viene calcolato sulla base del valore doganale dei beni stessi, maggiorato del corrispondente dazio e delle altre accise eventualmente applicabili. Quando si importano alcuni tipi di merci in Giappone, come alcolici, tabacchi, petrolio e GPL, è possibile che vengano applicate delle accise secondo quanto previsto dalla legge vigente in materia. In questi casi, l'importo delle imposte dovute viene calcolato in base alla quantità delle merci importate.

Altre risorse

Merci vietate

L'importazione di determinati tipi di merci è severamente vietata in Giappone. Per ulteriori informazioni, consulta la pagina sulle procedure di importazione (in inglese).

Obblighi per i non residenti

Un venditore di Logistica di Amazon che vive al di fuori del Giappone (non residente) e desidera importare beni in un centro logistico Amazon in Giappone per lo stoccaggio e la gestione degli ordini deve prima indicare alla Direzione Generale delle Dogane un rappresentante (delegato) o un agente, il quale si occuperà delle operazioni di importazione per conto del venditore. Tale procedura deve essere espletata prima di avviare qualsiasi attività di importazione. In linea generale, qualsiasi soggetto residente in Giappone può essere nominato rappresentante o agente, ma detto soggetto è tenuto a presentare le dichiarazioni di importazione e a pagare le imposte e i dazi applicabili per conto del venditore non residente. Né Amazon né una qualsiasi delle sue entità in Giappone può essere indicata come importatore registrato nella dichiarazione doganale: tale funzione può essere svolta soltanto dal venditore Logistica di Amazon o dal suo agente designato.

Il venditore ha la responsabilità di rispettare tutte le norme e i regolamenti giapponesi in materia doganale.

Oneri doganali

Quando importi prodotti in Giappone, sei tenuto a rispettare tutte le normative e i regolamenti doganali giapponesi. Non sei autorizzato a importare prodotti a nome di Amazon né a indicare Amazon come dichiarante, importatore registrato o consegnatario in alcuna documentazione doganale.

Per informazioni utili relative all'importazione di beni in Giappone, visita il sito dell'agenzia delle dogane giapponese (in inglese).

Nota: il prezzo dei tuoi prodotti deve includere tutti gli oneri e le imposte applicabili.

Prescrizioni e obblighi in materia di etichettatura dei prodotti

Legge sulla sicurezza dei dispositivi e dei materiali elettrici (Marchio PSE)

Se importi dispositivi elettrici in Giappone, il prodotto deve essere conforme agli standard previsti nella Legge sulla sicurezza dei dispositivi e dei materiali elettrici. Tale legge impedisce la vendita di prodotti pericolosi e di dispositivi elettrici che possono rappresentare un pericolo per la sicurezza. L'importatore ha l'obbligo di rispettare detta legge e di apporre il Marchio PSE sui prodotti autorizzati come prova di conformità.

Per maggiori informazioni, visita la pagina sulle norme di sicurezza dei dispositivi e dei materiali elettrici (in inglese).

Certificazione di conformità ai regolamenti tecnici delle apparecchiature radio (Marchio di conformità tecnica)

Per vendere prodotti che emettono frequenze radio, è necessario attenersi ai regolamenti tecnici specificati nella Legge sulle trasmissioni radio e apporre sui prodotti un Marchio di conformità tecnica che ne attesti l'effettiva rispondenza ai requisiti previsti dalla legge.

Per maggiori informazioni, visita il sito web sull'utilizzo delle frequenze radio (in inglese).

Legge sulla sicurezza dei prodotti di consumo

Di seguito sono riportati alcuni esempi di prodotti che possono essere soggetti alle disposizioni della Legge sulla sicurezza dei prodotti di consumo e richiedere l'apposizione del Marchio PSC:

  • Pentole a pressione e autoclavi per uso domestico
  • Caschi (auto, ciclomotori, ecc.)
  • Lettini
  • Corde da arrampicata
  • Apparecchiature laser portatili
  • Circolatori di acqua calda per vasche da bagno
  • Scaldacqua a olio
  • Scaldabagni a olio
  • Riscaldatori d'olio
  • Scaldacqua a gas istantanei per interni (a gas metano e GPL)
  • Scaldabagni con bruciatore per interni (a gas metano e GPL)
  • Forni ad aria calda forzata
  • Lavastoviglie elettriche da incasso
  • Asciugatori elettrici da bagno
  • Elettroventilatori
  • Condizionatori d'aria elettrici
  • Ventilatori
  • Lavatrici
  • Televisori a tubo catodico

Per maggiori informazioni, scarica il documento di sintesi della Legge sulla sicurezza dei prodotti di consumo (PDF in inglese).

Legge di etichettatura dei beni di consumo casalingo

La legge giapponese sull'etichettatura dei beni di consumo casanlingo impone una serie di obblighi in materia di etichettatura che consentono ai consumatori di effettuare acquisti consapevoli. La legge stabilisce quali indicazioni devono essere riportate sulle etichette per fornire informazioni adeguate sulle caratteristiche del prodotto. Essa riguarda la vendita di prodotti tessili, di prodotti realizzati in plastica (come depuratori d'acqua e biberon), dispositivi elettrici e altre merci vendute in Giappone.

Altre risorse

Legge sull'igiene alimentare ed etichettatura degli alimenti

Se vendi prodotti alimentari o articoli per neonati e bambini (come biberon, posate, piatti e giocattoli), devi rispettare le disposizioni della Legge sulla sanità alimentare (Food Sanitation Act) che garantisce la sicurezza degli alimenti a tutela del pubblico interesse.

Per maggiori informazioni, consulta la pagina relativa alla Legge sulla sicurezza alimentare (in inglese).

Inoltre, tutti i prodotti alimentari venduti in Giappone devono essere muniti di un'etichettatura appropriata che fornisca ai consumatori informazioni relative agli ingredienti e alla loro origine, al contenuto nutrizionale e al contenuto di grassi insaturi.

Per maggiori informazioni, consulta la pagina dell'Agenzia per la tutela dei consumatori del Governo giapponese (in inglese).

Legge sui prodotti farmaceutici

I prodotti farmaceutici e i dispositivi medici che pubblicizzi e vendi in Giappone devono essere conformi alle disposizioni della legge sui prodotti farmaceutici del Giappone (Pharmaceutical Affairs Act). Visita 薬事法 (in giapponese) o rivolgiti a un professionista esperto in materia prima di vendere questi prodotti.

Diritti di proprietà intellettuale

Quando vendi i tuoi prodotti in Giappone, devi accertarti di non violare alcun diritto di proprietà intellettuale altrui. È vietato vendere prodotti contraffatti o frutto di importazione parallela illegale. Ti consigliamo, inoltre, di tutelare i tuoi diritti di proprietà intellettuale in Giappone.

Per maggiori informazioni, consulta il sito dell'Ufficio brevetti giapponese (in inglese).

Informazioni aggiuntive per i venditori dell’Unione europea

In base alla normativa fiscale europea, Amazon calcola e applica l’IVA europea sulle commissioni di Vendita su Amazon derivanti dalle vendite effettuate su Amazon.jp dai venditori che (1) non siano in possesso di un numero di partita IVA europeo ma (2) siano residenti in uno stato membro dell’Unione europea. Amazon applica l’aliquota IVA standard dello stato membro in cui il venditore ha sede e, qualora previsto dalla normativa locale, emette la relativa fattura. Per ulteriori informazioni, visita la pagina della Commissione europea (disponibile in inglese).

Se sei residente nell’Unione europea e possiedi un numero di partita IVA europeo, ti invitiamo ad inserire quest’ultimo in Seller Central, modificando i dati relativi all'IVA nella pagina Informazioni sull’account.

Per ulteriori informazioni sull’IVA nell’Unione europea, consulta la pagina di aiuto Europa: tassazione e norme applicabili.

Accedi per utilizzare lo strumento e ottenere assistenza personalizzata (compatibile solo con browser per computer). Accedi


Ti abbiamo aiutato?
Grazie del feedback.
Come possiamo migliorare questa pagina di aiuto? Nota: Questo modulo non consente di creare un caso per richiedere assistenza al servizio di supporto al venditore. Specifica gli errori presenti nel contenuto.
1000
Che cosa hai trovato utile?
1000
Grazie ancora per averci fornito la tua opinione.
Grazie del feedback. In caso di altre domande, Contact Us.

Raggiungi milioni di clienti

Inizia a vendere su Amazon


© 1999-2020, Amazon.com, Inc. or its affiliates