Questa pagina riguarda la vendita in: Italia

Condizioni generali per i consulenti fiscali tedeschi e le società di consulenti fiscali

versione aggiornata il 31 gennaio 2022

I presenti "Termini e condizioni generali" disciplinano i contratti tra le società di consulenza fiscale di seguito denominate "Consulenti fiscali" e i loro clienti, salvo diverso accordo scritto o previsto dalla legge. La versione inglese di questo accordo è la versione legale definitiva. Le traduzioni in altre lingue sono disponibili esclusivamente per facilità di consultazione.

 

1. Portata ed esecuzione dell'incarico 

(1) La portata dei servizi che devono essere resi dal Consulente fiscale è regolata dall'incarico specifico. L'incarico deve essere eseguito conformemente ai principi di una corretta pratica professionale e nel rispetto delle pertinenti norme di condotta e degli obblighi professionali. 

(2) Il diritto straniero, diverso dalla normativa in materia di IVA e dal diritto processuale fiscale, è preso in considerazione solo se ciò è utile all'incarico specifico. 

(3) Nel caso in cui la posizione legale cambi dopo che una questione è stata completata definitivamente, il Consulente fiscale non avrà alcun obbligo di avvisare il cliente di tale modifica o delle implicazioni che ne derivano. 

(4) La revisione dei documenti e degli importi forniti al Consulente fiscale, in particolare i conti e il bilancio, in merito a esattezza, completezza e conformità alle norme applicabili, non fa parte dell'incarico salvo ove altrimenti concordato espressamente in forma testuale. Il Consulente fiscale presuppone che le informazioni fornite dal cliente, in particolare gli importi, siano corrette e le utilizzerà come base per il proprio lavoro. Nella misura in cui il/la Consulente fiscale rilevi eventuali imprecisioni evidenti, è tenuto a segnalarle. 

(5) L'incarico non deve essere considerato come un'autorizzazione a rappresentare il cliente davanti alle autorità pubbliche, ai tribunali e ad altri organismi. Tale autorizzazione dovrebbe essere concessa separatamente. Nel caso in cui, a causa dell'assenza del cliente, si riveli impossibile coordinarsi con quest’ultimo/a per quanto riguarda la presentazione di rimedi legali, il Consulente fiscale si considera, in caso di dubbio, autorizzato e obbligato ad agire con la finalità di rispettare una scadenza. 

 

2. Obbligo di riservatezza 

(1) In conformità con la legge, il Consulente fiscale ha l'obbligo di mantenere la riservatezza per quanto riguarda tutti i fatti che siano venuti alla propria attenzione in relazione all'esecuzione dell'incarico, a meno che il cliente non lo esoneri da tale obbligo. L'obbligo di riservatezza continua anche oltre la cessazione del rapporto contrattuale. L'obbligo di riservatezza si applica, nella stessa misura, ai collaboratori del Consulente fiscale. 

(2) L'obbligo di riservatezza non si applica nella misura in cui una divulgazione sia necessaria ai fini della protezione degli interessi legittimi del Consulente fiscale. Inoltre, il Consulente fiscale è esonerato dall'obbligo di riservatezza nella misura in cui, secondo i termini e le condizioni della sua assicurazione di responsabilità professionale, sia soggetto/a a un obbligo di fornire informazioni e di collaborare. 

(3) Quanto sopra non pregiudica i diritti legali di rifiutare di fornire informazioni o di rifiutare di testimoniare in base alle disposizioni vigenti nella giurisdizione in cui tali informazioni potrebbero essere richieste. 

(4) Il/la Consulente fiscale è esonerato/a dall'obbligo di riservatezza nella misura in cui (i) ciò sia necessario ai fini dello svolgimento di una verifica di certificazione presso il proprio studio e (ii) le persone che agiscono a tal proposito, da parte loro, siano state istruite in merito al loro obbligo di riservatezza. Il cliente accetta che la persona che esegue la certificazione/verifica possa ispezionare il file del cliente, che è stato creato ed è conservato dal Consulente fiscale. 

 

3. Coinvolgimento di terzi 

Il consulente fiscale ha il diritto di coinvolgere personale e fornitori di servizi esterni come società di elaborazione dati ai fini dell'esecuzione dell'incarico. Il coinvolgimento di esperti terzi quali altri consulenti fiscali, revisori dei conti e avvocati qualificati richiede il consenso e le istruzioni da parte del cliente. Senza aver ricevuto tale disposizione da parte del cliente, il Consulente fiscale non ha né il diritto né l'obbligo di coinvolgere tali terzi. 

 

4. Comunicazione elettronica, protezione dei dati 

(1) Nel contesto degli incarichi, il Consulente fiscale avrà il diritto di raccogliere elettronicamente i dati personali del cliente e di elaborare tali dati in un file automatizzato, o di trasmettere tali dati a un data center di servizio per l'ulteriore elaborazione dei dati relativi all'incarico. Tuttavia, il cliente riconosce che il Consulente fiscale può divulgare le informazioni relative al suo account all'operatore del sito web di terze parti applicabile attraverso il quale il Consulente fiscale fornisce servizi, o all'affiliata di tale operatore, per scopi relativi alla fornitura di tali servizi da parte del Consulente fiscale.

(2) Per adempiere ai propri obblighi ai sensi del Regolamento generale sulla protezione dei dati dell'UE (di seguito "RGPD") e delle disposizioni locali in materia di protezione dei dati, il Consulente fiscale ha il diritto di nominare un responsabile della protezione dei dati. A meno che tale responsabile della protezione dei dati non sia già soggetto a un obbligo di riservatezza ai sensi dell’articolo 2 "Obbligo di riservatezza" comma 3 di cui sopra, il Consulente fiscale garantisce che il responsabile della protezione dei dati, una volta intrapresa la propria attività, si impegni a mantenere la segretezza sui dati. 

(3) Ciascuna parte si impegna a rispettare i propri obblighi previsti da qualsiasi legge vigente sulla protezione dei dati da essa trattati in relazione ai presenti termini e condizioni, ai servizi resi e all'incarico specifico. Per maggiori informazioni consulta l'informativa sulla protezione dei dati di Singularity.

 

5. Rimedio alle mancanze 

(1) Il cliente ha il diritto di chiedere che sia posto rimedio a eventuali mancanze. Il Consulente fiscale deve avere l'opportunità di intraprendere azioni correttive. Se e nella misura in cui l'incarico costituisca un contratto di fornitura di servizi, il cliente può rifiutare qualsiasi azione correttiva da parte del Consulente fiscale se l'incarico viene risolto dal cliente e la mancanza viene rilevata solo dopo che l'incarico sia stato validamente risolto. 

(2) Qualora il Consulente fiscale non riesca a rimediare alle mancanze asserite entro un termine ragionevole o si rifiuti di rimediare alle medesime, il cliente può, a spese del Consulente fiscale, ottenere che un altro Consulente fiscale ponga rimedio a tali mancanze e/o, a discrezione del cliente, richiedere una riduzione dell'onorario o la risoluzione del contratto. 

(3) Il Consulente fiscale può in qualsiasi momento, anche nei confronti di terzi, correggere evidenti imprecisioni come errori di trascrizione o errori di calcolo. Altre mancanze possono essere corrette dal Consulente fiscale nei confronti di terzi previo consenso del cliente. Tale consenso non è obbligatorio se gli interessi legittimi del Consulente fiscale hanno la precedenza sugli interessi del cliente. 

 

6. Responsabilità 

(1) La responsabilità del Consulente fiscale e delle sue "persone impiegate ai fini dell'esecuzione di un'obbligazione contrattuale, per le quali il Consulente fiscale sia responsabile per interposta persona" per qualsiasi perdita/danno derivante da una violazione di un obbligo o, nel contesto di un effetto dannoso uniforme, da diverse violazioni degli obblighi in occasione dell'esecuzione di un incarico, è limitata a 1.500.000 EUR (in lettere: un milione e cinquecentomila euro).

(2) La limitazione di responsabilità si applica esclusivamente in relazione alla negligenza; la responsabilità intenzionale non è soggetta a tale limitazione. Le richieste di risarcimento in relazione a qualsiasi perdita/danno derivante da lesioni alla vita, al corpo o alla salute sono escluse da questa limitazione di responsabilità. La limitazione di responsabilità si applica all'intera attività del Consulente fiscale per il cliente, vale a dire, in particolare, anche a un'estensione della portata dell'incarico; a tal proposito, non sarà necessario concordare nuovamente la limitazione di responsabilità. 

Accedi per utilizzare lo strumento e ottenere assistenza personalizzata (compatibile solo con browser per computer). Accedi


Raggiungi milioni di clienti

Inizia a vendere su Amazon


© 1999-2022, Amazon.com, Inc. or its affiliates