Vendere su Amazon Accedi
Questa pagina riguarda la vendita in: Italia

Requisiti per i materiali a contatto con gli alimenti

Requisiti EU: Il Regolamento EU (CE) n° 1935/2004 (il "Regolamento EU MCA") stabilisce i requisiti generali che devono essere soddisfatti per qualsiasi materiale a contatto con gli alimenti venduto in EU. La legislazione EU separata stabilisce requisiti aggiuntivi per materiali specifici a contatto con gli alimenti, come il Regolamento (EU) n° 10/2011 sui materiali plastici o la Direttiva 84/500/CEE per la ceramica. Gli Stati membri potrebbero aver provveduto a elaborare una legislazione nazionale complementare nei casi in cui non vi siano norme specifiche dell'EU relative ai materiali. Il Regolamento EU MCA deve essere applicato in combinazione con il Regolamento (CE) n° 2023/2006 sulle buone prassi di fabbricazione (BPF), che stabilisce norme generali e dettagliate sull'applicazione delle GMP durante la fabbricazione di materiali a contatto con gli alimenti.

Se vendi materiali a contatto con gli alimenti contemplati dal Regolamento EU MCA, devi assicurarti che siano conformi alle GMP e a qualsiasi requisito specifico per le sostanze o i materiali, come quelli previsti per la ceramica, la pellicola di cellulosa rigenerata, il metallo o la plastica.

È tua responsabilità rispettare i requisiti dell'EU se vendi materiali a contatto con gli alimenti nell'EU. Sei inoltre tenuto a rispettare tutte le leggi e i regolamenti nazionali applicabili negli Stati membri che integrano il Regolamento EU MCA e gli altri requisiti nazionali nei paesi in cui vendi questi prodotti.

Trovi maggiori informazioni sui requisiti dell'EU di seguito.

Requisiti UK: Fino al termine del periodo di transizione della Brexit (31 dicembre 2020), è il Regolamento EU MCA a stabilire i requisiti generali ai quali tutti i materiali a contatto con gli alimenti venduti in UK devono essere conformi. La legislazione EU separata stabilisce requisiti aggiuntivi per materiali specifici a contatto con gli alimenti, come il Regolamento (EU) n° 10/2011 sui materiali plastici o la Direttiva 84/500/CEE per la ceramica. L'UK potrebbe aver provveduto a elaborare una legislazione complementare nei casi in cui non vi siano norme specifiche dell'EU relative ai materiali. Il Regolamento EU MCA deve essere applicato in combinazione con il Regolamento (CE) n° 2023/2006 sulle buone prassi di fabbricazione (BPF), che stabilisce norme generali e dettagliate sull'applicazione delle GMP durante la fabbricazione di materiali a contatto con gli alimenti.

Al termine del periodo di transizione della Brexit (31 dicembre 2020), si applicherà una versione modificata del Regolamento (CE) n° 1935/2004 e del Regolamento (EU) n° 10/2011 a tutti i materiali a contatto con gli alimenti come conseguenza del Regolamento 2019/704 sui materiali e gli oggetti a contatto con gli alimenti e successive modifiche (il "Regolamento UK sui MCA" a seguito dell'uscita dall'EU). Vengono applicate norme differenti per i prodotti venduti nei seguenti paesi:

  1. Gran Bretagna (Inghilterra, Scozia e Galles) e
  2. Irlanda del Nord

Di seguito trovi una nota in cui viene indicato dove saranno apportate modifiche rilevanti ai requisiti per l'UK a seguito del periodo di transizione per la Brexit.

È tua responsabilità rispettare i requisiti UK se vendi materiali a contatto con gli alimenti in UK. Oltre a ciò, se vendi prodotti anche sul sito web o sui siti web di Amazon EU, sei tenuto a rispettare il Regolamento EU MCA e altri requisiti nazionali vigenti nei paesi in cui operi.

Trovi maggiori informazioni sui requisiti UK di seguito.

Questo materiale è a scopo informativo e non dovrebbe essere utilizzato in sostituzione di una consulenza legale. Ti invitiamo a rivolgerti a un consulente legale per qualsiasi dubbio in merito alle leggi e ai regolamenti relativi al tuo prodotto. Questo documenta riporta le informazioni aggiornate al momento della stesura. Tuttavia, i requisiti applicabili nell'EU e in UK potrebbero essere soggetti a variazioni, in particolare alla luce degli sviluppi relativi alla Brexit. Ti invitiamo a consultare le attuali linee guida dell'UK sulla Brexit applicabili ai tuoi prodotti (se disponibili) per maggiori informazioni sulle modifiche che potrebbero interessare la tua attività di vendita dopo la fine del periodo di transizione.

Requisiti EU

A quali prodotti si applicano i requisiti EU per i materiali che vengono a contatto con gli alimenti (MCA)?

Il regolamento MCA si applica ai materiali e agli oggetti, compresi i materiali attivi e intelligenti a contatto con gli alimenti, che soddisfano una delle seguenti condizioni:

  • Sono destinati a essere posti a contatto con gli alimenti
  • Sono già in contatto con gli alimenti e sono stati destinati a tale scopo
  • È ragionevole pensare che possano essere messi a contatto con gli alimenti o trasferire i loro costituenti negli alimenti in condizioni di impiego normali o prevedibili.

Quali sono gli obblighi principali previsti dai requisiti EU per i materiali a contatto con gli alimenti?

Composizione

I materiali e gli oggetti a contatto con gli alimenti devono essere fabbricati secondo le buone prassi di fabbricazione in modo che, in condizioni d'uso normali o prevedibili, non trasferiscano o rilascino i loro costituenti negli alimenti a livelli nocivi per la salute umana o modifichino la composizione, il gusto o l'odore degli alimenti in un modo inaccettabile.

L'Allegato 1 del Regolamento EU MCA contiene inoltre un elenco di 17 gruppi di materiali e oggetti per i quali è necessario adottare misure specifiche, tra cui:

  • Fornire gli elenchi delle sostanze autorizzate per la fabbricazione di materiali e oggetti
  • Fornire gli elenchi delle sostanze autorizzate incorporate in materiali e oggetti attivi o intelligenti a contatto con gli alimenti, degli oggetti e materiali attivi e intelligenti e, quando necessario, le condizioni d'uso speciali di tali sostanze e/o dei materiali e degli oggetti in cui sono incorporate.

Esistono misure specifiche dell'EU relative ai materiali, tra cui:

  • Il Regolamento (EU) n° 10/2011 sui materiali plastici
  • Il Regolamento (CE) n° 450/2009 sui materiali attivi e intelligenti
  • Il Regolamento (CE) n° 282/2008 relativo ai materiali plastici riciclati
  • La Direttiva 84/500/CEE per la ceramica
  • La Direttiva 2007/42/CE per la pellicola di cellulosa rigenerata

Esistono misure specifiche dell'EU in materia di sostanze, tra cui:

  • Il Regolamento 1895/2005/CE: limitazione dell'uso di determinati derivati epossidici nei materiali a contatto con gli alimenti
  • La Direttiva 93/11/CEE: rilascio di nitrosammine e di sostanze nitrosabili da tettarelle e succhiotti di gomma
  • Il Regolamento EU n° 284/2011 per gli utensili da cucina in melamina o poliammide originari o provenienti dalla Cina o da Hong Kong

I materiali e gli oggetti attivi non devono provocare cambiamenti nella composizione, nel gusto o nell'odore degli alimenti, per esempio mascherando il deterioramento degli alimenti, che potrebbero indurre in errore i consumatori. I materiali e gli oggetti intelligenti non devono fornire informazioni sulle condizioni degli alimenti che potrebbero indurre in errore i consumatori.

Nota: Gli Stati membri possono adottare le proprie disposizioni nazionali per i materiali a contatto con gli alimenti a cui non siano applicate misure specifiche dell'EU. È inoltre responsabilità dell'utente assicurarsi di identificare e rispettare qualsiasi legislazione applicabile degli Stati membri.

Documentazione

I materiali a contatto con gli alimenti per i quali esistono requisiti specifici devono essere accompagnati da una dichiarazione di conformità. Questi requisiti specifici sono attualmente disciplinati dalla seguente legislazione:

  • Il Regolamento (EU) n° 10/2011 sui materiali plastici
  • Il Regolamento (CE) n° 450/2009 sui materiali attivi e intelligenti
  • Il Regolamento (CE) n° 282/2008 relativo ai materiali plastici riciclati
  • La Direttiva 84/500/CEE per la ceramica
  • La Direttiva 2007/42/CE per la pellicola di cellulosa rigenerata

Le misure nazionali potrebbero inoltre richiedere ulteriori dichiarazioni di conformità per i materiali a contatto con gli alimenti.

Etichettatura e informazioni

L'etichettatura, la pubblicità e la presentazione di materiali o oggetti non devono indurre in errore i consumatori.

  • I materiali e gli oggetti attivi e intelligenti devono essere adeguatamente etichettati, indicando che si tratta di materiali o oggetti attivi e/o intelligenti.
  • I materiali e gli oggetti attivi e intelligenti che sono già stati messi a contatto con gli alimenti devono essere adeguatamente etichettati, in modo che i consumatori possano identificare le parti non commestibili.

I materiali e gli oggetti che non sono ancora a contatto con gli alimenti quando sono offerti per la fornitura o la vendita devono essere accompagnati dalle seguenti informazioni, che possono essere indicate sui materiali/oggetti o sul loro imballaggio e sulle etichette apposte ai materiali o sul loro imballaggio:

  • La dicitura "per il contatto con gli alimenti", un'indicazione specifica sul loro uso (applicabile ad esempio alle bottiglie di vino) o il simbolo contenuto nell'Allegato II del Regolamento EU MCA , a meno che non sia palese che devono entrare a contatto con gli alimenti per poter essere utilizzati
  • Eventuali istruzioni speciali che devono essere osservate per un uso sicuro e appropriato
  • Il nome o la denominazione commerciale e, in entrambi i casi, l'indirizzo o la sede legale in EU del produttore, del trasformatore o del venditore responsabile della vendita del materiale o dell'oggetto nell'EU
  • L'etichettatura adeguata per garantire la tracciabilità del materiale o dell'oggetto.
  • Se i materiali e gli oggetti sono attivi, è necessario fornire anche i seguenti dettagli:
    • Informazioni sull'uso o sugli usi consentiti
    • Altre informazioni pertinenti (per esempio, il nome e la quantità delle sostanze rilasciate dal componente attivo). Lo scopo di tali informazioni è consentire agli operatori del settore alimentare che utilizzano tali materiali e oggetti di conformarsi a qualsiasi altra disposizione EU pertinente o, in loro assenza, alle disposizioni nazionali applicabili ai prodotti alimentari, comprese quelle in materia di etichettatura degli alimenti.

Tali informazioni devono essere chiaramente visibili, leggibili e indelebili. Inoltre nel caso dei requisiti 1, 2 e 5, dovranno essere fornite in una lingua determinata dagli Stati membri che sia facilmente comprensibile, come ad esempio la lingua nazionale ufficiale.

Tracciabilità

I materiali e gli oggetti venduti nell'EU devono essere identificabili con un sistema appropriato che ne consenta la tracciabilità tramite l'etichettatura oppure mediante documenti o informazioni pertinenti.

Gli operatori commerciali sono tenuti a predisporre sistemi e procedure che consentano di identificare le aziende dalle quali e alle quali sono stati forniti materiali, oggetti, sostanze o prodotti interessati dai requisiti dell'EU per i materiali a contatto con gli alimenti.

Sono previsti altri obblighi?

Anche i produttori e i distributori hanno obblighi ai sensi della Direttiva sulla sicurezza generale dei prodotti (DSGP). Consulta le informazioni sulla DSGP disponibili in questa pagina.

Informazioni aggiuntive

Visita il sito web della Commissione europea per maggiori informazioni sui requisiti EU per i materiali a contatto con gli alimenti in EU:

Requisiti UK

Dove si applicano i requisiti UK per i materiali a contatto con gli alimenti?

Il Regolamento UK sui MCA si applica a tutti i prodotti venduti in UK, ma le disposizioni vengono recepite diversamente da Gran Bretagna (Inghilterra, Scozia e Galles, GB) e Irlanda del Nord. Di seguito trovi maggiori informazioni sulle condizioni in vigore in Irlanda del Nord (NI).

A quali prodotti si applicano i requisiti UK per i materiali a contatto con gli alimenti?

Il regolamento MCA si applica ai materiali e agli oggetti, compresi i materiali attivi e intelligenti a contatto con gli alimenti, che soddisfano una delle seguenti condizioni:

  • Sono destinati a essere posti a contatto con gli alimenti
  • Sono già in contatto con gli alimenti e sono stati destinati a tale scopo
  • È ragionevole pensare che possano essere messi a contatto con gli alimenti o trasferire i loro costituenti negli alimenti in condizioni di impiego normali o prevedibili.

Alcuni esempi di tali materiali e oggetti sono gli imballaggi e i contenitori, le attrezzature da cucina, le posate, i piatti e le caffettiere.

Sono contemplate alcune eccezioni tra cui quelle per oggetti d'antiquariato, materiali di ricopertura o di rivestimento (per esempio materiali che rivestono le croste dei formaggi, le preparazioni di carni o la frutta, che fanno parte dei prodotti alimentari e possono quindi essere consumati con i medesimi) e impianti fissi, pubblici o privati, che servono per la distribuzione dell’acqua.

Quali sono gli obblighi principali previsti dai requisiti UK per i materiali a contatto con gli alimenti?

Composizione

I materiali e gli oggetti a contatto con gli alimenti devono essere fabbricati secondo le buone prassi di fabbricazione in modo che, in condizioni d'uso normali o prevedibili, non trasferiscano o rilascino i loro costituenti negli alimenti a livelli nocivi per la salute umana o modifichino la composizione, il gusto o l'odore degli alimenti in un modo inaccettabile.

L'Allegato 1 del Regolamento UK sui MCA contiene inoltre un elenco di 17 gruppi di materiali e oggetti per i quali è necessario adottare misure specifiche, tra cui:

  • Fornire gli elenchi delle sostanze autorizzate per la fabbricazione di materiali e oggetti
  • Fornire gli elenchi delle sostanze autorizzate incorporate in materiali e oggetti attivi o intelligenti a contatto con gli alimenti, degli oggetti e materiali attivi e intelligenti e, quando necessario, le condizioni d'uso speciali di tali sostanze e/o dei materiali e degli oggetti in cui sono incorporate.

Nella tabella di seguito sono inclusi alcuni esempi di materiali, oggetti e sostanze il cui uso è disciplinato da misure specifiche:

Materiale, oggetto o sostanza Prima della fine del periodo di transizione della Brexit Al termine del periodo di transizione della Brexit
Materiali attivi e intelligenti Regolamento (CE) 450/2009 Una versione modificata del Regolamento (CE) 450/2009, tramite le Normative relative ai materiali e agli oggetti a contatto con gli alimenti del 2019 e successive modifiche a seguito dell'uscita dall'EU
Materiali plastici Regolamento (EU) 10/2011 Una versione modificata del Regolamento (EU) 10/2011, tramite le Normative relative ai materiali e agli oggetti a contatto con gli alimenti del 2019 e successive modifiche a seguito dell'uscita dall'EU
Materiali plastici riciclati Regolamento (CE) 282/2008 Una versione modificata del Regolamento (CE) 282/2008, tramite le Normative relative ai materiali e agli oggetti a contatto con gli alimenti del 2019 e successive modifiche a seguito dell'uscita dall'EU
Ceramiche

Normative 2012/2619 sui materiali e sugli oggetti a contatto con gli alimenti (Inghilterra)

Normative 2012/2705 sui materiali e gli oggetti a contatto con gli alimenti (Galles)

Normative 2012/318 sui materiali e gli oggetti a contatto con gli alimenti (Scozia)

Normative 2012/384 sui materiali e gli oggetti a contatto con gli alimenti (Irlanda del Nord)

(collettivamente, le "Normative UK sui materiali e sugli oggetti")

Normative UK sui materiali e sugli oggetti
Pellicole di cellulosa rigenerata Normative UK sui materiali e sugli oggetti Normative UK sui materiali e sugli oggetti
Determinati derivati epossidici Regolamento (CE) 1895/2005 Una versione modificata del Regolamento (CE) 1895/2005, tramite le Normative relative ai materiali e agli oggetti a contatto con gli alimenti del 2019 e successive modifiche a seguito dell'uscita dall'EU
Nitrosammine e sostanze nitrosabili di tettarelle e succhiotti di gomma Normative di sicurezza 1995/1012 su nitrosammine e sostanze nitrosabili di tettarelle e ciucci in elastomero o di gomma Normative di sicurezza 1995/1012 su nitrosammine e sostanze nitrosabili di tettarelle e ciucci in elastomero o di gomma
Utensili da cucina realizzati in melamina o poliammide originari o provenienti dalla Cina o da Hong Kong Regolamento (EU) 284/2011 Una versione modificata del Regolamento (EU) 284/2011, tramite le Normative UK del 2019 relative alle importazioni di alimenti e mangimi e successive modifiche a seguito dell'uscita dall'EU

I materiali e gli oggetti attivi non devono provocare cambiamenti nella composizione, nel gusto o nell'odore degli alimenti, per esempio mascherando il deterioramento degli alimenti, che potrebbero indurre in errore i consumatori. I materiali e gli oggetti intelligenti non devono fornire informazioni sulle condizioni degli alimenti che potrebbero indurre in errore i consumatori.

Documentazione

I materiali a contatto con gli alimenti per i quali esistono requisiti specifici devono essere accompagnati da una dichiarazione di conformità. Questi requisiti specifici sono attualmente disciplinati dalla legislazione relativa ai materiali attivi e intelligenti, ai materiali plastici, ai materiali plastici riciclati, alla ceramica e alla pellicola di cellulosa rigenerata, come descritto nella tabella precedente.

Etichettatura

L'etichettatura, la pubblicità e la presentazione di materiali o oggetti non devono indurre in errore i consumatori.

  • I materiali e gli oggetti attivi e intelligenti devono essere adeguatamente etichettati, indicando che si tratta di materiali o oggetti attivi e/o intelligenti.
  • I materiali e gli oggetti attivi e intelligenti che sono già stati messi a contatto con gli alimenti devono essere adeguatamente etichettati, in modo che i consumatori possano identificare le parti non commestibili.

I materiali e gli oggetti che non sono ancora a contatto con gli alimenti quando sono offerti per la fornitura o la vendita devono essere accompagnati dalle seguenti informazioni, che possono essere indicate sui materiali/oggetti o sul loro imballaggio e sulle etichette apposte ai materiali o sul loro imballaggio:

  1. La dicitura "per il contatto con gli alimenti", un'indicazione specifica sul loro uso (applicabile ad esempio alle bottiglie di vino) o il simbolo contenuto nell'Allegato II del Regolamento EU MCA, a meno che non sia palese che devono entrare a contatto con gli alimenti per poter essere utilizzati
  2. Eventuali istruzioni speciali che devono essere osservate per un uso sicuro e appropriato
  3. Il nome o la denominazione commerciale e, in entrambi i casi, l'indirizzo o la sede legale del produttore, del trasformatore o del venditore responsabile della vendita del materiale o dell'articolo in UK che siano stabiliti all'interno dell'EU fino al termine del periodo di transizione della Brexit (31 dicembre 2020) o in GB dopo tale data.
  4. L'etichettatura adeguata per garantire la tracciabilità del materiale o dell'oggetto.
  5. Se i materiali e gli oggetti sono attivi, è necessario fornire anche i seguenti dettagli:

  • Informazioni sull'uso o sugli usi consentiti
  • Altre informazioni pertinenti (per esempio, il nome e la quantità delle sostanze rilasciate dal componente attivo).

Lo scopo di tali informazioni è consentire agli operatori del settore alimentare che utilizzano questi materiali e oggetti di rispettare le seguenti norme:

  • Fino al termine del periodo di transizione della Brexit (31 dicembre 2020), qualsiasi altra disposizione EU pertinente
  • A seguito della fine del periodo di transizione della Brexit (31 dicembre 2020), le legislazioni EU rimaste invariate o qualsiasi altra legislazione nazionale UK
  • Qualsiasi altro atto normativo, incluse le disposizioni sull'etichettatura dei prodotti alimentari.

Tali informazioni devono essere chiaramente visibili, leggibili e indelebili. Inoltre nel caso dei requisiti 1, 2 e 5, dovranno essere fornite in una lingua facilmente comprensibile per gli acquirenti, come ad esempio l'inglese in UK.

Tracciabilità

I materiali e gli oggetti venduti in UK devono essere identificabili da un sistema appropriato che ne consenta la tracciabilità tramite l'etichettatura oppure mediante documenti o informazioni pertinenti.

Gli operatori commerciali sono tenuti a predisporre sistemi e procedure che consentano di identificare le aziende dalle quali e alle quali sono stati forniti materiali, oggetti, sostanze o prodotti interessati dai requisiti UK per i materiali a contatto con gli alimenti.

Nota: I prodotti messi a disposizione per la prima volta nell'EU o in UK entro il 31 dicembre 2020 possono continuare a circolare fino a raggiungere l'utente finale e non devono necessariamente rispettare le modifiche che entreranno in vigore a partire dal 1 gennaio 2021. Ti consigliamo di conservare tutta la documentazione relativa ai tuoi prodotti, compresi i contratti di vendita, le fatture e i documenti relativi alla spedizione delle merci per la distribuzione, per essere in grado di dimostrare quando sono stati messi a disposizione per la prima volta in UK o nell'EU.

Sono previsti altri obblighi?

Anche i produttori e i distributori hanno obblighi ai sensi delle Normative generali sulla sicurezza dei prodotti 2005/1803. Consulta le informazioni sulle Normative generali sulla sicurezza dei prodotti disponibili in questa pagina.

Irlanda del Nord

Ti ricordiamo che, a seguito del protocollo dell'Irlanda del Nord, in NI saranno applicate regole diverse a partire dal 1 gennaio 2021. Nello specifico:

  • Dovrai assicurarti che i prodotti soddisfino i requisiti dell'EU.
  • Le responsabilità dell'immissione dei prodotti nel mercato ricadranno su ciascun venditore che abbia sede nell'EU o in NI e venda prodotti provenienti da un'altra area geografica (compresa la GB) in NI. I prodotti venduti in NI dovranno essere contrassegnati con i dettagli di qualsiasi soggetto con sede nell'EU o in NI che sia responsabile dell'immissione dei prodotti nel mercato.

BREXIT: Linee guida del governo UK

Il governo UK ha pubblicato delle linee guida sulla vendita di prodotti in GB e NI dopo la Brexit. Queste indicazioni forniscono informazioni a produttori e distributori sui requisiti di conformità validi a partire dal 1 gennaio 2021, tra cui:

  • Requisiti per il cambiamento delle responsabilità legali personali in seguito alla Brexit
  • Requisiti sulla necessità o meno di fornire informazioni in merito agli importatori GB e i metodi per farlo (comprese le disposizioni di transizione fino alla fine del 2022)
  • Requisiti relativi alla documentazione necessaria per dimostrare che l'immissione dei prodotti in UK o nell'EU risale a prima della fine del periodo di transizione
  • Regole specifiche per la vendita di prodotti in NI.

Ti invitiamo a leggere tali regole con attenzione (link di seguito), insieme a qualsiasi altra indicazione del governo UK che possa applicarsi ai tuoi prodotti. In caso di domande sulle leggi e sui regolamenti applicabili ai tuoi prodotti a partire dal 1 gennaio 2021, contatta un consulente legale.

GB:

NI:

Informazioni aggiuntive

Ti invitiamo a consultare le seguenti linee guida del governo UK per maggiori informazioni sui requisiti UK per i materiali a contatto con gli alimenti: https://www.food.gov.uk/business-guidance/food-contact-materials

Ti invitiamo inoltre a visitare il sito web Business Companion, che contiene ulteriori indicazioni sulle norme di conformità dei prodotti in UK: https://www.businesscompanion.info/en/quick-guides/food-and-drink/food-contact-materials

Accedi per utilizzare lo strumento e ottenere assistenza personalizzata (compatibile solo con browser per computer). Accedi


Raggiungi milioni di clienti

Inizia a vendere su Amazon


© 1999-2021, Amazon.com, Inc. or its affiliates